Background Image

Torta Paradiso

La Torta Paradiso nasce a Pavia nel laboratorio di pasticceria di Enrico Vigoni sul finire dell’Ottocento. La storia vuole che Enrico Vigoni arrivasse alla ricetta finale dopo svariati esperimenti e che fatto assaggiare il risultato ottenuto a una nobildonna, quest’ultima d’istinto esclamasse: “Questa torta è un paradiso!”.
Quale sia leggenda e quale sia verità poco importa, il fatto è che Enrico Vigoni seppe sfruttare sapientemente i prodotti locali facilmente reperibili nelle campagne pavesi, quali zucchero, uova, farina, burro e fecola di patate, per creare un dolce che fosse semplice e avesse la durata di un paio di mesi. Il sapore incontrò appieno il gusto e le abitudini dell’epoca. La lunga durata – eccezionale in un’epoca in cui non esistevano conservanti e mezzi di conservazione – permise un’affermazione straordinaria della Torta Paradiso, che poteva essere spedita senza problemi. Fu così che divenne un simbolo di Pavia e un “classico” della pasticceria italiana.
In bocca si presenta friabile e con un leggero gusto di limone e, nonostante il burro, risulta comunque molto leggera. Ottima in abbinamento con un tè o un calice di vino dolce, come un moscato o un passito. (Enrico Magenes)

Locale Storico correlato

Il Sole 24 ore caffè storici del 5 giu 2021

L’ora del caffè (con dolcetto): viaggio nei locali storici più belli d’Italia

Servizio Veronica Gervaso TG5

L’appello dei Locali Storici d’Italia al Governo

vigoni

Le 140 candeline sulla torta Vigoni

COPERTINA 2018.indd

Guida Locali Storici d’Italia – edizione numero 42!