Background Image

I Baci di Balzola sono De.Co., prodotto made in Alassio

download

Alassio. Una storia imprenditoriale centenaria, quella dei dolcissimi “Baci”, nata nell’Alassio degli inglesi e del the delle 17, e spiegata dagli eredi del cavalier Balzola, Carlo Maria e Maria Teresa ad un gruppo di studenti coinvolti nel progetto di valorizzazione dei piatti e delle ricette dei borghi e delle frazioni della “Città del Muretto” ai fini dell’iscrizione nel costituendo Registro regionale dei Comuni con prodotti De.Co. Una lezione di didattica attiva che, attraverso la tecnica dello storytelling, ha introdotto gli allievi del “Giancardi” a concetti quali l’ideazione del prodotto, il marketing, il web marketing, l’e-commerce e il social media marketing. Il percorso formativo è iniziato tra i banchi di scuola per proseguire con la visita al laboratorio di pasticceria e alla caffetteria Balzola, nel famoso “budello” di Alassio, inserita dal 1988 tra i Locali Storici d’Italia.

E’ seguita la preparazione della video-ricetta dei Baci di Alassio Balzola, candidati a conseguire la denominazione comunale d’origine (De.Co) insieme al Pane del Marinaio e all’Amaro dei Saraceni. Il riconoscimento, la cui concessione è di competenza dell’Amministrazione comunale, consentirà ai prodotti della famiglia Balzola di essere inseriti nel Registro regionale dei Comuni con prodotti De.Co.
Il progetto “Cultura alassina in tavola” prevede anche un momento conviviale, il prossimo 13 dicembre, con una cena di beneficenza, ne corso della quale saranno presentati tutti i prodotti candidati alla Denominazione Comunale. Ai fornelli della scuola alberghiera “Giancardi”, in una sorta di cooking team building, si cimenteranno anche i consiglieri comunali e gli chef delle associazioni della “Città del Muretto”. L’attività didattica è stata coordinata dai docenti Antonella Annitto, Massimo Sabatino, Monica Barbera e Franco Laureri con il supporto di Carlo Maria e Maria Teresa Balzola.

Locali storici d’Italia – Rassegna stampa / www.rsvn.it