Background Image

Dopo nove mesi riapre Fiorio: lo storico locale di via Po pronta a ripartire

Vetrine del bar Florio in via Po a Torino

La storica caffetteria di via Po 8 torna a deliziare i torinesi con le sue bontà, dopo poco meno di un anno di lavori e modifiche. Il locale, molto conosciuto per essere amato e frequentato da personaggi di spicco come Cavour e Massimo D’Azeglio, ha ufficialmente fatto ripartire la sua attività.

Una splendida notizia per il centro, che recupera uno dei suoi punti di riferimento per ciò che riguarda la ristorazione. Un punto fermo come Fiorio non poteva abbandonare la nostra città, soprattutto dopo la secolare storia che si è costruito.

Riapre Fiorio: i dettagli delle modifiche

La durata piuttosto estesa dei cantieri aveva fatto preoccupare parecchio i torinesi, i quali, vedendo le serrande abbassate per così tanto tempo, avevano sospettato che la chiusura fosse definitiva. Al contrario, si trattava di uno stop temporaneo, per permettere agli operatori di portare a termine i lavori.

Fiorio si ripresenta al pubblico sotto una nuova veste, ma mantenendo stretto il suo legame con il passato. Al suo interno il locale ha mantenuto le sue caratteristiche tradizionali, conservando di fatto quello spirito aulico che l’ha sempre contraddistinto.

Al suo interno la caffetteria potrà accogliere fino a 150 clienti, che potranno degustare tutte le prelibatezze proposte con un orario prolungato. Il locale, infatti, sarà aperto tutti i giorni dal lunedì al giovedì, dalle ore 08:00 a mezzanotte. Il venerdì e il sabato, i giorni in cui si attende un maggiore afflusso nelle vie del centro, Fiorio sarà aperto dalle ore 08:00 all’una di notte, con il prolungamento di orario di un’ora.

Anche Fiorio, dunque, si prepara a sfruttare al meglio la rimozione del coprifuoco. Il fatto che i locali dovessero chiudere alle 22:00 o alle 23:00 fino a qualche settimana fa rappresentava un grosso limite per qualsiasi tipo di attività, soprattutto per bar, caffetterie e ristoranti. Ora, invece, Fiorio si appresta a vivere una nuova stagione della propria vita, rilanciandosi dopo un necessario restyling.

Rassegna stampa – Locali storici d’Italia :19/06/21     Mole24