Background Image

Arte e accoglienza tra Milano e Cortina d’Ampezzo

Fino al 3 febbraio 2020, la nuova lounge dello storico Hotel de la Poste di Cortina d’Ampezzo ospiterà Heart to Heart, opera dell’artista milanese Gianna Moise

Arte e accoglienza tra Milano e Cortina d'Ampezzo

 

 

Dal 30 gennaio al 3 febbraio 2020, la nuova lounge dello storico Hotel de la Poste di Cortina d’Ampezzo ospiterà Heart to Heart, opera della nota artista milanese Gianna Moise.

 

 

 

La famiglia Manaigo, da sempre proprietaria dello storico hotel, principe della Regina delle Dolomiti, sente molto il desiderio di fondere il settore ricettivo con quello artistico, tanto quanto tiene a valorizzare l’asse Cortina-Milano, già vincitrice delle prossime Olimpiadi invernali 2026.

Hotel de la Poste

L’hotel, riconosciuto “Locale storico d’Italia“, situato nel cuore della Regina delle Dolomiti è da sempre luogo di ritrovo della mondanità ampezzana. La storia, le tradizioni e l’accoglienza sono elementi che traspaiono chiaramente nella cura dei dettagli presenti in ogni angolo dell’hotel e si respirano soprattutto all’interno della meravigliosa lounge che è diventata in poco tempo il nuovo punto di riferimento per l’aperitivo e il dopocena ampezzano.

LOUNGE HOTEL

Parlare del “Posta” significa parlare della storia della Famiglia Manaigo, il legame dura da sempre, da quando Silvestro Manaigo (1769-1831, figlio di Pietro “Nonzolo” sagrestano della Chiesa Parrocchiale), ottenne la licenza dalla Comunità d’Ampezzo di gestire un’osteria. La concessione, che sarebbe dovuta durata sei anni, con possibilità di rinnovo, inizia il 1 novembre 1804 e sarebbe dovuta scadere il 30 ottobre 1810, ma la storia dirà altro: di rinnovo in rinnovo quella licenza è arrivata fino ad oggi.

 

​Nato come luogo di ristoro per le carrozze postali, l’Hotel de la Poste di Cortina d’Ampezzo, oggi locale storico d’Italia, ha fatto dell’accoglienza il suo valore più importante.

Gianna Moise

gianna moise

 

Gianna Moise è un’artista poliedrica riconosciuta a livello internazionale per le sue opere in vetro, bronzo e materiali ecosostenibili. Coniugando studio e approfondimento dei materiali (Laurea in Ingegneria Chimica presso il Politecnico di Milano), crea nuove forme ed equilibri estetici.

Ha viaggiato per lunghi periodi in Oriente entrando in stretto contatto con la cultura artistica orientale. Vincitrice di vari premi, tra cui il Murano VIP Award 2015, dal 2011 è Direttore artistico della Fondazione Cova, Milano. Crede nell’impegno sociale e con la sua arte partecipa attivamente a iniziative e progetti a scopo benefico.

 

La scultura in bronzo HEART TO HEART di recente è stata esposta presso la Saatchi Gallery a Londra.

Quest’opera è una fusione a cera persa eseguita a Pietrasanta nella Fonderia Versiliese, la stessa che realizza le sculture di Fernando Botero. Opera di carattere internazionale, è un elemento distintivo capace di conquistare l’osservatore grazie all’imponenza e al carico emotivo e simbolico che porta con sé.

LEGGI L’ARTICOLO

Rassegna stampa – Locali storici d’Italia : 29/01/2020