Background Image

Al Gambrinus nasce il Caffè Caruso: menta e panna per omaggiare il tenore

Lo storico Caffè ricorda i cento anni dalla morte di Enrico Caruso realizzando un caffè gourmet a base di menta, ingrediente che piaceva molto al grande tenore

                                 il caffè Caruso del Gambrinus
Il tenore Enrico Caruso, agli esordi della sua carriera, si sarebbe esibito anche al Gran Caffè Gambrinus, luogo preferito di intellettuali e artisti. Ed ora per ricordare i cento anni dalla sua morte (avvenuta il 2 agosto 1921) il locale storico ha deciso di realizzare un caffè gourmet a base di menta, un ingrediente che piaceva molto a Caruso.

L’IDEA
Il caffè Caruso (da un’idea di Michele Sergio e Massimiliano Rosati del Gambrinus, realizzata dallo storico maestro caffettiere del locale, Lello Rocchetti) abbina al caffè proprio la menta. Ma perché? Si racconta che al tenore napoletano piacesse così tanto che in tournee negli Stati Uniti chiedeva spesso ai barman di aggiungerla all’interno anche dei cocktail (da qui è nato il cocktail Caruso).
Dal passato al presente con il Caffè Caruso del Gran Caffè Gambrinus, che viene realizzato e servito proprio in una coppa in vetro per richiamare il cocktail Caruso.

LA RICETTA
Versare all’interno di una coppa in vetro del caffè freddo alla napoletana (tipo granita e già zuccherato) e una crema fatta shakerando panna liquida e sciroppo di menta. Decorare con una foglia di menta, con una spolverata di cacao in polvere o con scaglie di cioccolato fondente in base al proprio gusto.
Rassegna stampa – Locali storici d’Italia: 2 agosto 2021 – NAPOLI TODAY