AL CAFFE’ DELLE ROSE DI PALLANZA IL PRESTIGIOSO RICONOSCIMENTO DI LOCALE STORICO D’ITALIA

La lunga storia che lo ha visto nel tempo luogo di ritrovo e pasticceria di grande pregio, nonchè i  complessi lavori di ristrutturazione guidati dalla Soprintendenza alle Belle Arti che ne hanno mantenuto la tipica atmosfera di inizio 900, sono valsi al Caffè delle Rose Bistrot di via Ruga a Pallanza pochi mesi dopo la riapertura il prestigioso riconoscimento di locale storico d’Italia, di cui possono fregiarsi nel nostro Paese solo circa 200 locali.  La relativa targa è stata consegnata al proprietario Marco Ruga e allo chef Max Celeste che hanno dato vita ad un bistrot decisamente innovativo dove è possibile consumare piatti di grande cucina in un ambiente di estrema eleganza che conserva l’aspetto tipico delle sue origini.  Sono mantenute insomma le caratteristiche che fanno del nuovo esercizio una preziosa testimonianza storica in piena sintonia con il confinante Palazzo Viani Dugnani, sede del Museo del Paesaggio.

Il rinnovato allestimento del Caffè delle Rose Bistrot valorizza la storicità e il fascino retrò  del locale,  nel quale i clienti sono accolti tra salottini in stile liberty, raffinatezza e ottima cucina scelta dallo chef Max Celeste proprio in sintonia con le caratteristiche dell’ambiente per esaltare le sensazioni che esso suscita.   Un ambiente dal fascino unico e straordinario nel quale gli elementi “storici” su cui ha espresso le proprie considerazioni la Sovrintendenza si affiancano agli inserimenti innovativi creando una sintesi perfetta.   Sorprendenti tra l’altro gli effetti creati dallo storico arredo dello spazio bar, i grandi quadri che già in passato occupavano le pareti interne perfettamente recuperati,  l’affaccio sulla cucina dotata di attrezzature d’assoluta avanguardia e in grado di offrire spazio anche per soluzioni gastronomiche innovative, la rotonda cantina sotterranea dove l’ammirazione per i grandi vini esposti si affianca a quella suscitata dalla singolare ambientazione.  In sintesi, un locale di cui la città deve andare fiera come motivo di attrazione sia per le scelte gastronomiche garantite dalla chef che per gli ambienti eccezionalmente suggestivi.

 

Rassegna Stampa – Locali storici d’Italia: 2 giugno 2022    blog-logo