Background Image

A quota 24 il Premio Gambrinus-Mazzotti

Anche quest’anno, lo storico Parco Gambrinus di San Polo di Piave ha ospitato la cerimonia di premiazione dei vincitori della 24esima edizione del Premio Gambrinus “Giuseppe Mazzotti”, prestigioso concorso “per libri di montagna, alpinismo, esplorazione – viaggi, ecologia e paesaggio, artigianato di tradizione e finestra sulle Venezie sulla civiltà veneta”.  Le tre opere vincitrici sono altrettante spettacolari proposte di viaggio: il primo, “Ski Spirit. Sciare oltre le piste” di Giorgio Daidola (Alpine Studio Editore, 2016), vincitore della sezione “Alpinismo: imprese, vicende storiche, biografie e guide”, attraverso il racconto dei suoi “sci – viaggi” propone di percorrere il mondo scivolando; il secondo, “Sulla via dell’orso. Un racconto trentino di uomini e natura” di Anna Sustersic e Filippo Zibordi (Idea Montagna Editoria e Alpinismo, 2016), vincitore della sezione “Ecologia e Paesaggio”, che percorrendo il Trentino racconta di una realtà unica ed emblematica nel panorama della conservazione ambientale europea, quella della convivenza tra uomini e orsi (fatta di duecento anni di incontri pacifici e di qualche caso balzato recentemente alle cronache); il terzo, “Il bel mestiere. Artigiani e maestranze nel teatro dell’opera” Clizia Gurrado e Laila Pozzo (Fondazione Cologni – Marsilio, 2014), vincitore della sezione “Artigianato di Tradizione”, che svela lo spettacolo dietro le quinte, quello “messo in scena” dagli artigiani che costruiscono il successo del teatro lirico italiano, tra Milano, Venezia, Torino e Verona. La festa ha celebrato la cultura, la ricerca e l’incontro, proprio come Giuseppe Mazzotti avrebbe sempre voluto. Nell’avveniristica struttura trasparente allestita nel Parco del locale sono giunti oltre cinquecento ospiti che hanno affollato l’evento in un susseguirsi di interventi, curiosità, spunti di riflessione, consigli di lettura e la vitalità di un Premio letterario che continua a crescere per partecipazione, qualità e prestigio. La manifestazione è stata preceduta, negli spazi espositivi dell’Osteria Borsò Gambrinus di San Polo di Piave, dalla Mostra Fotografica “Dolomiti: natura e ambiente – Omaggio a Giuseppe Mazzotti” dell’artista – fotografo ampezzano Roberto Ghedina. In chiusura, l’atteso Dinner Party in onore dei vincitori, preparato dagli chef-patron Adriano e Pierchristian Zanotto.